Dieta Lampo: cos’è, come funziona, menù e opinione

Dieta Lampo: cos'è, come funziona, menù e opinione

La dieta lampo è un approccio alimentare ipocalorico il cui obiettivo è una perdita di peso rapida.

Detta anche “Lightning Diet”, o “Quick Diet”, fornisce meno calorie del normale, in modo da agevolare la perdita di liquidi e la lipolisi.

Il termine lampo è utilizzato allo scopo di enfatizzare il concetto di velocità con cui questo schema alimentare favorisce il dimagrimento.
Se ti interessa conoscere le caratteristiche di questa dieta, oltre a sapere se fa bene o fa male, continua a leggere questo articolo!

Cos’é la dieta lampo?

In realtà, sotto questo nome rientrano diversi schemi alimentari, tra cui due versioni principali:

  • La prima dura solo 5 giorni, durante i quali è possibile perdere fino a 3 Kg.
    Si tratta di una dieta assai restrittiva, che propone un solo alimento al giorno, da consumare al mattino, a pranzo e a cena, per un totale di 800-1200 calorie totali. La sua ripetitività può risultare parecchio stancante, malgrado la breve durata di questo sistema
  • Il secondo approccio è sensibilmente più vario dal punto di vista alimentare e ha una durata pari a 6 giorni, durante i quali è possibile perdere un massimo di 5 Kg.
    Risulta senza dubbio più salutare del precedente, nonostante il basso apporto calorico e la scarsa varietà di nutrienti. Anche in questo caso è necessario affidarsi al buon senso e non esagerare con le porzioni, cercando di restare nel range delle 800-1200 calorie al giorno

Naturalmente, l’efficacia della dieta e la quantità di chili persi varia in base alle caratteristiche fisiche dell’individuo, al suo metabolismo basale, alle ore di attività fisica effettuate nel corso della giornata e alla sua condizione di partenza.

Ciò che salta all’occhio è la struttura rigida di questo approccio dietetico, che propone un’alimentazione estremamente schematizzata, oltre che ipocalorica.

Come accennato poc’anzi, esistono due versioni principali della dieta lampo. Scopriamone insieme le caratteristiche.

Versione 1

Questa versione prevede il consumo di un unico alimento per tutta la durata del giorno e va strutturata esattamente come indicato di seguito:

  • Nel corso del primo giorno è possibile mangiare soltanto yogurt e latte, non necessariamente magri
  • Durante il secondo giorno di dieta è necessario consumare esclusivamente patate al forno o bollite, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva. È vietata ogni genere di frittura
  • Durante il terzo giorno è possibile consumare formaggi di ogni tipo, senza eccezioni
  • Nel corso del quarto giorno l’attenzione si sposta sulla carne di pollo, che può essere consumata in qualsiasi forma, ma senza contorni di nessun tipo
  • Durante il quinto e ultimo giorno sono concessi soltanto liquidi (acqua, tè verde, tè nero, tisane e caffè, tutti rigorosamente senza zucchero). Vietati i succhi di frutta e le bevande zuccherate

Versione 2

Questa versione della dieta lampo prevede una durata complessiva di 6 giorni, di cui i primi 3 (quelli di adattamento) sono i più importanti. Il menu è strutturato come indicato di seguito ed è identico per tutti e 6 i giorni:

  • Colazione: una fetta di pane tostato con aggiunta di un formaggio fresco cremoso e un caffè, un tè o una spremuta di limone, rigorosamente senza zucchero
  • Spuntino di metà mattina: una manciata di mandorle o noci
  • Pranzo: 200 grammi di pollo o tacchino con contorno di insalata verde
  • Merenda: un frutto di stagione
  • Cena: 200 grammi di pesce (branzino, merluzzo, salmone o pesce spada) alla griglia o al forno, con contorno di verdure grigliate

Consigli generali

L’ideatore di questa dieta fornisce alcuni consigli cui attenersi, in modo da ottimizzare la perdita di peso:

  • Questo approccio alimentare può essere protratto oltre il periodo indicato (si sconsiglia di superare i 10 giorni), ma non va adottato troppo spesso, trattandosi di un regime alimentare potenzialmente dannoso
  • Il caffè è concesso, a patto che non venga zuccherato
  • È fondamentale incrementare le ore di attività fisica, in modo da ottimizzare la perdita di peso attraverso l’eliminazione del grasso e dei liquidi in eccesso
  • È possibile suddividere i pasti principali in più spuntini, allo scopo di velocizzare il metabolismo
  • Bere almeno 1,5-2 litri d’acqua al giorno
  • Vanno eliminati gli zuccheri, i salumi, il burro, i cibi salati e precotti, le fritture

La mia opinione sulla Dieta Lampo

La dieta di cui abbiamo parlato, qualunque variante si scelga, si basa su un approccio alimentare pericoloso, soprattutto qualora si dovesse decidere di protrarre il periodo indicato.

Per fortuna, il suo stesso inventore suggerisce di consultare sempre un medico prima di adottare questa dieta, considerata la pericolosità di una simile tecnica, la cui caratteristica più evidente è la scarsa varietà di nutrienti assunti.

Detto ciò, appare chiaro a chiunque come la dieta lampo sia un regime alimentare troppo restrittivo, sbilanciato e potenzialmente debilitante.

È assolutamente sconsigliato a tutti coloro che lamentano carenze vitaminiche o di sali minerali e agli sportivi, che corrono il rischio di andare incontro a un calo eccessivo della pressione sanguigna, della sideremia (la quantità di ferro presente nel sangue) e della glicemia.

Inoltre, favorisce la malnutrizione e la perdita di massa muscolare, a causa della scarsità di amminoacidi essenziali.

Infine, va notato come sia estremamente povera di antiossidanti e fibre. Le donne in dolce attesa o in allattamento che hanno adottato questa dieta hanno sperimentato gravissime carenze nutrizionali.

Le diete lampo fanno capo a un sistema di dimagrimento fortemente diseducativo, oltre che dannoso, in grado di incentivare il cosiddetto effetto yo-yo (il recupero dei chili persi appena terminate le restrizioni). Per i motivi appena elencati, non troverai mai una dieta di questo genere nella nostra offerta di coaching personalizzata (allenamento + nutrizione).

Non abbiamo dubbi sulla pericolosità di tali approcci alimentari, dannosi nel lungo ma anche nel breve periodo. Pertanto, siamo soliti proporre la dieta mediterranea, uno stile alimentare privo di restrizioni, vario ed equilibrato come pochi altri al mondo. La mia opinione circa la Lightning Diet e simili è quindi assolutamente negativa. Se desideri tornare in forma senza mettere a repentaglio la tua salute, richiedi subito una consulenza online e attiva il nostro servizio di coaching personalizzato.

 

Questo approccio dietetico consente di perdere peso rapidamente, in virtù del suo limitato apporto calorico. Tuttavia, la scarsità di nutrienti fa sì che si tratti di una dieta altamente sconsigliata a tutti coloro che hanno uno stile di vita attivo, oltre che ai soggetti a rischio malnutrizione. Per come è strutturata, questa dieta può causare effetti collaterali quali emicrania, stanchezza eccessiva, giramenti di testa, mal di stomaco, nausea, repentini cambiamenti di umore.

Si tratta, infatti, di una dieta esageratamente restrittiva, parecchio stancante sia dal punto di vista fisico che psicologico. Fatti un regalo, attiva il nostro servizio di coaching personalizzato e torna in forma adottando i principi della dieta mediterranea. Una delle poche al mondo in grado di fondere due aspetti fondamentali quali il benessere fisico e quello psicologico!

Gabriella Vico
Sportiva professionista per più di 20 anni, Coach Fitness e Coach nutrizionale, dottoressa in Scienze Motorie e Sportive, condivido con i miei lettori tutte le mie conoscenze e le mie astuzie per aiutarli a vivere a lungo, con una miglior forma fisica ed un’ottima salute.
Stefania Mazzone
Stefania Mazzone ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'università Federico II di Napoli. Appassionata di fitness e forte promotrice di un corretto stile di vita per il raggiungimento di un buono stato di salute.
Gaia Mazzone
Dott.ssa Gaia Mazzone, nutrizionista laurea in Scienze Biologiche presso l’Università Luigi Vanvitelli. Laurea in Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana presso l’Università Luigi Vanvitelli.